Salvatore Parisi

Life Without Barriers

Le sfide quotidiane

Gli individui su sedia a rotelle devono affrontare sfide diverse ogni giorno. Queste barriere svolgono ruoli sensibili e importanti nella salute e nel benessere generale di una persona e sono influenzate da fattori esterni e psicologici.

La barriera esterna riguarda l’ambiente fisico come infrastrutture, spazio, presenza di scale, ecc., che ostacola una persona su sedia a rotelle la capacità di funzionare bene con le sue attività di vita quotidiana. Ad esempio, una rampa troppo ripida è una barriera fisica che può trasformarsi in un vero e proprio incubo.

Inoltre, la barriera psicologica è legata alla sensazione di essere inadeguati e alla paura di essere trascurati dagli altri. Questo può portare a uno stato di distacco o isolamento.

Casa dolce casa

È difficile trovare la casa dei tuoi sogni? Immagina come può essere per chi vive su una sedia a rotelle. Prendi ad esempio un condominio. Una delle preoccupazioni principali è la presenza di ascensori, spesso troppo piccoli. In caso di interruzioni e guasti, una persona abile può semplicemente fare le scale. Al contrario, può essere estremamente difficile per una persona disabile poiché non è in grado di entrare o uscire di casa. Statisticamente, oltre il 98% degli immobili sul mercato presenta passaggi interni e/o esterni che ne hanno compromesso l’accesso e la fruizione.

Se hai la fortuna di trovare una casa su un unico livello, senza dover dipendere da un piccolo, unico ascensore, la tua attenzione si sposta sugli interni. Porte, spazi interni, bagni e arredi sono altri potenziali nemici. Le ante devono essere sufficientemente larghe (almeno 80 cm), facili da aprire e gli spazi tra i mobili devono consentire ampi margini di manovra. Lo stesso vale per i bagni dove docce (ove presenti) e lavabi spesso non facilitano l’accesso in sedia a rotelle. Altezze, larghezze, profondità degli elementi presenti in casa sono spesso da ripensare o ridisegnare. Sebbene comprendiamo che progettare una casa che sia adatta a tutti non è facile, troviamo ancora che i problemi maggiori si verificano negli spazi esterni, sia pubblici che privati.

Una vita in salita

Marciapiedi alti per scendere o salire, mancanza di adeguati servizi di trasporto pubblico, taxicon rampe troppo ripide? È solo l’inizio. Che dire di quel marciapiede che diventa improvvisamente impraticabile o di quel marciapiede che si interrompe improvvisamente con un gradino alto 40 cm o di quel fantastico museo dove si sono dimenticati di installare una rampa? Anche oggi il settore pubblico commette errori catastrofici e spesso sembra dimenticare il mondo delle sedie a rotelle. Il settore privato ha fatto molto negli ultimi anni per migliorare l’accessibilità e spesso ha dovuto farlo a proprie spese, senza contributi o aiuti da parte delle istituzioni, ma ancora oggi ci sono molti bar, ristoranti e negozi completamente inaccessibili. Lo stesso vale per i bagni pubblici e per l’accessibilità dei bagni. Sono innumerevoli le testimonianze di persone con disabilità che hanno dovuto vagare per ore prima di trovare un bagno accessibile.

È nata una stella

Il problema non è solo legato alla presenza di barriere. Certo, per abbattere tutti questi ostacoli, in un tempo relativamente breve, servirebbe la bacchetta magica ma c’è qualcosa che possiamo fare insieme, subito, con il contributo di tutti: possiamo migliorare la comunicazione, e questa è l’idea innovativa che guida il progetto Phukky.Com.

Se è vero che ci sono molte proprietà, luoghi e servizi ancora inaccessibili, d’altra parte, è anche vero che ce ne sono molte altre assolutamente attrezzate, ospitali e adatte ad accogliere da subito la comunità in carrozzina. Il progetto, nato dall’idea di tre imprenditori con una vasta esperienza nel settore immobiliare, marketing digitale e servizi per la disabilità, mira a creare un’applicazione che mostri quali servizi e luoghi sono disponibili intorno a te. Grazie all’app sarà possibile selezionare su una mappa interattiva servizi, attrazioni e negozi accessibili, ottenendo contemporaneamente foto, informazioni e dettagli relativi al reale livello di accessibilità.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *